• News Immagine Anteprima
  • Home
  • In evidenza
  • Covid e DL Ristori: Confartigianato spinge per la riduzione dei costi dell’energia elettrica

22/10/2023 - AL VIA SETTIMANA PER L’ENERGIA E SOSTENIBILITA’ DI CONFARTIGIANATO – DAL 23 AL 27 OTTOBRE

L’obiettivo è certamente ambizioso: creare una piattaforma politica su alcuni temi strategici legati alla sostenibilità delle piccole e medie imprese venete. Il contenitore è decisamente affascinante e ricco di appuntamenti (on line e in presenza): 5 giorni (dal 23 al 27 ottobre), 10 eventi (distribuiti nelle varie province del Veneto), 40 ospiti tra esperti nazionali ed internazionali, tra cui il vincitore del Premio Nobel per l’acqua Andrea Rinaldo. Punto di partenza: provare a “calare” sulle MPI venete i contenuti dell’acronimo ESG. Tutte le iniziative avranno infatti come minimo comune denominatore la sostenibilità ambientale (Environmental), la sostenibilità sociale (Social) e la sostenibilità organizzativa (Governance), affrontando tematiche che andranno dalla manifattura low carbon, all’edilizia sostenibile, dalla finanza green all’autoconsumo energetico, dall’emergenza climatica alle soluzioni innovative per le imprese e molto altro.

“Abbiamo colto con estremo entusiasmo il lancio della 1ª edizione della Settimana per l’Energia e Sostenibilità promossa da Confartigianato Imprese, grazie alla quale affronteremo i temi dell’energia, della green economy e della sostenibilità in tutte le Confartigianato d’Italia -afferma Roberto Boschetto Presidente di Confartigianato Imprese Veneto-. Ed il nostro è uno dei programmi più ricchi. Grazie al contributo di autorevoli speakers cercheremo di individuare future traiettorie di sviluppo sostenibili, partendo da alcuni degli asset territoriali strategici della nostra Regione, alla ricerca di pensabilità nuove. Per troppo tempo gli ecosistemi imprenditoriali urbani e i distretti produttivi hanno pensato di poter galleggiare su territori spesso trascurati. Il declino dei territori sta alimentando la contrapposizione tra i grandi centri urbani, che corrono verso il futuro, e le “periferie”, che si sentono ricacciate nel passato, traghettando l’Italia verso uno scenario “all’americana”. La decarbonizzazione può essere l’occasione per invertire questo trend pericoloso e iniquo. Un’economia a emissioni zero, infatti, è prima di tutto un’economia decentrata. Mentre l’opinione pubblica annaspa, il mondo imprenditoriale è destinato a ritagliarsi il ruolo di guida morale, come già successo negli anni del boom economico. Quello che manca, infatti, non è né la tensione etica né la copertura mediatica ma, più banalmente, la pragmaticità. Troppi pochi imprenditori hanno capito qual è il nocciolo della questione: si sta formando una nuova domanda, che si chiama decarbonizzazione.

Da una stima fatta dall’ISTAT, nel 2022, ben il 53,4% delle imprese della manifattura e dei servizi di mercato ha intrapreso azioni di sostenibilità. Tra queste, il 44,8% adotta azioni per la tutela dell’ambiente, il 41,7% di sostenibilità sociale e il 35,7% di sostenibilità economica. Ma, se guardiamo alle piccole imprese, questa percentuale scende al 36%. Possiamo quindi fare di più in questa direzione.

Più precisamente, quando si parla di iniziative ambientali all’interno di un’azienda ci si riferisce per esempio alla riduzione delle emissioni di carbonio, al riciclo dei rifiuti, all’impiego di energie rinnovabili o tutte quelle azioni che cercano di ridurre l’inquinamento e migliorare la salute degli ecosistemi. Le iniziative sociali riguardano invece quelle azioni che contribuiscono ad elevare il benessere della collettività, favorendo la contaminazione tra etnie diverse e migliorando l’inclusione, attraverso la promozione della parità di genere ad ogni livello. Infine, con il termine Governance ci si riferisce a quelle iniziative che permettono la crescita e il benessere interno dell’azienda, attraverso procedure chiare nella gestione dei processi, investendo nella formazione dei collaboratori e rafforzando i valori aziendali, lavorando sulla trasparenza e sulla lealtà dei rapporti.

“Indagheremo -prosegue- la sostenibilità a 360°, che fa già parte del Dna dei nostri imprenditori: gli artigiani sono infatti sostenibili per natura. Le nostre imprese sono famose in tutto il Mondo per la loro capacità di soddisfare consumatori esigenti, che cercano sempre più il cosiddetto green premuim, prodotti belli e ben fatti, durevoli, a basso impatto ambientale perché riparabili, unici, distintivi, frutto di inventiva e di lavorazioni pregiate ed innovative. Forti di questo know how sul mercato, i nostri artigiani diventano anche un esempio perfetto di sostenibilità sociale. Infatti, le nostre sono realtà produttive ben radicate nei territori e nelle comunità di appartenenza. Questo stretto legame genera una intrinseca sostenibilità ambientale del modello d’impresa, questo suo essere aziende di prossimità produce un rapporto virtuoso con l’ambiente circostante nel rispetto del contesto e delle persone che vi lavorano. Tutto questo è il vero ‘valore artigiano’. E conclude Boschetto- orgogliosi di essere sostenibili per natura!”.

La manifestazione prevede una serie di incontri (alcuni in presenza altri on-line) che si terranno in tutto il territorio veneto grazie al coinvolgimento dell’intero sistema regionale di Confartigianato. Il programma completo è pubblicato sul sito www.confartigianato.veneto.it e sul portale www.settimanaenergia.it.

L’evento di lancio della Settimana per l’Energia si terrà il 23 ottobre alle 17 all’interno di un originale spazio estetico ed espositivo tra le produzioni di grandi maestri della pittura del 900 a Noale (diretta sul canale YouTube di Confartigianato Veneto) dal titolo “Let’s about talk green revolution - manifattura low carbon, bioenergie ed edilizia, tecnofinanza.

Daniele Gizzi, Responsabile Ambiente e Economia Circolare Confartigianato Imprese, intervisterà Enrico Mariutti, Consulente e Ricercatore in campo energetico, ambientale, economico e Stefano Cocchieri General Manager R&C Studio, cercando di stimolare gli ospiti in una conversazione al caminetto sulla sostenibilità, alla ricerca di pensabilità nuove, tra il recupero dei luoghi e la finanza green.

Il Programma prosegue con:

♻ martedì 24 ottobre ore 11 – in presenza presso la Confartigianato Imprese Belluno: progetto Interreg Italia – Austria “SUSMAT” – Promuovere le imprese locali attraverso il recupero degli edifici montani con tecnologie sostenibili

♻ martedì 24 ottobre ore 12 - Canale YouTube di Confartigianato Imprese Padova. Video intervista ad Andrea Rinaldo, vincitore dello Stokholm Water Prize, noto come “Nobel dell’Acqua”. Iniziativa realizzata con Confartigianato Polesine.

♻ martedì 24 ottobre ore 18 - Sede ABS Group srl Via Marinotti F. 45 – Vittorio Veneto – Confartigianato Imprese Marca Trevigiana

La metamorfosi: da impresa a impresa sostenibile - Testimonianze di percorsi di trasformazione

♻ mercoledì 25 ottobre ore 12 – Live streaming sul canale YouTube di Confartigianato Imprese Veneto - Quali strategie in materia di autoconsumo, comunità energetiche ed efficientamento?

♻ Mercoledì 25 ottobre - ore 17 - Live streaming sul canale YouTube di Confartigianato Imprese Veneto: Epica dell’Acqua 2023 - 100 km nel Delta del Po

♻ giovedì 26 ottobre ore 12 – Live streaming sul canale YouTube di Confartigianato Imprese Padova: Modelli di sostenibilità per le imprese artigiane. Buone prassi nei settori alimentare e meccanica

♻ venerdì 27 ottobre ore 9.30 - Villa Braida (Mogliano Veneto) - Convegno Confartigianato Veneto - LEGNO: FORESTA – FILIERA – FUTURO SOSTENIBILE

♻ venerdì 27 ottobre alle ore 18:30 - Palazzo Todeschini a Desenzano del Garda Confartigianato Imprese Verona - S.O.S.tenibilità e comunicazione. Contesti, strategie e mercato del futuro

♻ Martedì 7 novembre – ore 18 - Centro Congressi Confartigianato Imprese Vicenza – Via E. Fermi 201 (VI) - Essere sostenibili: impariamo dalla natura, oltre i luoghi comuni.